I migliori film sul poker di tutti i tempi dagli anni Sessanta a oggi

Scritto da: Barbara Bracci Aggiornato il: 19/04/2024
Film sul poker

Tra tutte le discipline di carte esistenti, il poker è senza dubbio quella più popolare a livello mondiale. Intorno a questo mondo si è costruito nel tempo un immaginario collettivo che ha ispirato libri, canzoni e anche tanti film ambientati al tavolo verde, nelle sale da gioco.

Dalle carte da poker al cinema: i motivi di un successo

La lunga storia del poker, probabilmente introdotto dai colonizzatori francesi di New Orleans – che lo hanno a loro volta imparato dai marinai persiani – ha fatto sì che con il tempo, attraversando le epoche, questo gioco di carte sia divenuto un grande e intramontabile classico.

Come tutti i classici “contemporanei”, il poker è capace di imporsi anche visivamente nelle persone, a livello di costumi, ambientazioni, atmosfere tipiche. Allo stesso modo, un tipo di gioco fatto di abilità, di bluff, di mosse, rende il poker un’attività complessa, coinvolgente, intrigante, ovvero un ottimo punto di partenza per la costruzione di una trama cinematografica.

Per questo motivo, come si cercherà di raccontare in questo articolo, le pellicole sul poker non sono mai mancate nella lunga storia del cinema, dagli anni Sessanta ai giorni nostri. Dopotutto, anche questo celebre e iconico gioco di carte segue il cambiamento e la tecnologia, visto che, dai primi anni del XXI secolo in poi, ha iniziato a uscire dalle sale fisiche e a essere proposto sottoforma di partite e tornei di poker online dai casinò legali italiani e di tutto il mondo, seguendo il successo di prestigiose gare internazionali come le WSOP, World Series of Poker.

La popolarità del poker, proprio grazie al mezzo tecnologico, ha quindi raggiunto alti livelli di penetrazione anche tra i non giocatori, ovvero tra spettatori, curiosi, semplici appassionati. Non è un caso che siano nate negli ultimi anni anche delle serie TV dedicate al poker, come Las Vegas (NBC), di ben sei stagioni, Big Deal (BBC) e Tilt

Ma tornando al cinema, quali sono i film più celebri ispirati al poker, dagli anni Sessanta fino ad oggi?

Da Cincinnati Kid a The Card Counter: il poker sul grande schermo

I migliori film sul poker seguono le evoluzioni del cinema, cambiando ogni volta personaggi, situazioni, ambientazioni, strumentazioni tecniche, ma con un unica grande certezza: il tavolo verde è protagonista indiscutibile delle pellicole che hanno fatto la storia del grande schermo.

Uno dei primissimi film da ricordare, prima di passare ai veri e propri successi cinematografici è La città nera (1950), del regista William Dieterle, con un debuttante Charlton Heston e distribuito da Paramount, che introduce il tema delle partite truccate, in una sceneggiatura piuttosto ritmata e avvincente, dai toni polizieschi e noir.

Cincinnati Kid e La Stangata: il poker nei classici cinematografici

Cominciamo ora la carrellata dei successi di sala sul tema del poker andando ancora un po’indietro nel tempo.

Cincinnati Kid, classe 1965, porta la firma del regista canadese Norman Frederick Jewison ed è interpretato, oltre che dal celebre Steve McQueen, da Edward G.Robinson.

I due attori sono protagonisti di un’avventura a colpi di poker, ambientata negli anni Trenta in quel di New Orleans. McQueen interpreta il personaggio che dà il titolo al film, Cincinnati Kid appunto, un giocatore di poker abilissimo, giovane e dotato di grande talento, che si trova però a dover sfidare un campione almeno fino ad allora imbattibile, Lancey Howard, ovvero Robinson.

La stangata, uscito in sala nel 1973, vede alla regia George Roy Hill, ma è noto soprattutto per aver vinto sette statuette d’oro agli Oscar, grazie anche all’interpretazione magistrale di Robert Redford nelle vesti del truffaldino Johnny Hooker, nonché di Paul Newman nei panni di Henry Gondorff.

Anche in questo film la truffa e la vendetta sono tematiche che si intrecciano in modo stretto a quella del poker, sullo sfondo di una Chicago degli anni Trenta dominata dai ganster e dalla malavita.

Un successo tutto italiano sul poker: Regalo di Natale

Una parentesi d’obbligo merita a questo punto un film tutto italiano a tema poker uscito nel 1986 e diretto dal maestro Pupi Avati

Regalo di Natale (1986)

Pupi Avati, regista e anche sceneggiatore di questo film, utilizza una partita di poker tra amici come espediente narrativo per raccontare una serata che porterà a confidenze importanti e a segreti rivelati proprio durante la notte di Natale. A prestare il volto ai giocatori protagonisti sono attori del calibro di Alessandro Haber, Diego Abatantuono, Carlo Delle Piane, George Eastman e Gianni Cavina.

 

Maverick e Rounders: dagli anni ’90 due titoli di successo a tema poker

Gli anni Novanta hanno segnato un momento importante della storia del cinema, e il poker ne è stato in parte protagonista, insieme ai più celebri attori e registi del panorama cinematografico internazionale.

Maverick, uscito nelle sale nel 1994, è diretto dal regista Richard Donner. Mel Gibson e Jodie Foster sono gli attori principali, rispettivamente nelle vesti del campione di poker Bret Maverick e di Mrs. Annabelle Bransford, anche lei pokerista, avida di soldi e capace di ingannare il sesso maschile con il suo fascino e il suo modo di fare. I due personaggi cercheranno di agguantare un bottino di mezzo milione di dollari proprio mettendo sul campo la propria abilità nel poker, non senza imprevisti e avventure.

Il giocatore (anche noto come Rounders) è un film datato 1998. Matt Damon in questa nota pellicola interpreta un giovane studente promessa del poker, che proprio attraverso questo suo innato talento sarà capace di pagarsi la retta per gli studi.

Mike Mc Dermott – questo il nome del protagonista – , è anche deciso a sfoderare le proprie armi vincenti nel gioco per sfidare lo scagnozzo di Teddy KGB, uno strozzino intrerpretato da John Malkovich. La causa è nobile: aiutare l’amico Lester Murphy, detto “Worm” (nel film Edward Norton) a rimettere i debiti di gioco per salvarsi dalle grinfie dell’usuraio.

Film sul poker

I film capolavoro sul poker dal 2010: Molly’s Game e The Card Counter

Il poker continua a conquistare il pubblico del grande schermo anche dopo il 2010, con due film degni di nota in questa rassegna, che si inseriscono a pieno diritto nel filone dei film più famosi sul gioco d’azzardo.

Molly’s Game è un film del 2017, diretto da un regista esordiente, Aaron Sorkin, il quale può contare però sulla pluripremiata attrice Jessica Chastain nel ruolo doi Molly Bloom, una ex sciatrice che decide di intraprendere una carriera nell’organizzazione di incontri di poker di alto rango. Affaristi, vip e multimilionari sono la clientela tipo della Bloom, non senza colpi di scena nel momento in cui la donna sceglierà di pubblicare un’autobiografia contenente dettagli compromettenti sulle bische e non solo.

Il collezionista di carte (The Card Counter) è del 2021. Oscar Isaac, in questo film di Paul Schrader, è William Tillich, al secolo “Tell”, un campione di poker a livello professionale e abilissimo nel conto delle carte. Questa sua passione sopirà i ricordi dei suoi trascorsi da ex carceriere: insieme al protagonista nel cast troviamo Willem Dafoe, alias John Gordo, ovvero l’ ex istruttore di Tillich.  

Altri 5 film sul poker da approfondire

Oltre ai film presentati, la lunga lista dei titoli cinematografici che parlano di poker continua.

Ecco alcune pellicole che meritano una menzione in questa rassegna, che si invita ad approfondire se si è amanti del genere:

  • HIGH ROLLER: THE STU UNGAR STORY – 2003
  • ALL IN: THE POKER MOVIE – 2009
  • MISSISSIPPI GRIND – 2015
  • KID POKER – 2016
  • CALIFORNIA POKER – 1974
Prima di andare...
Ecco tre delle migliori offerte a confronto.
Utilizziamo cookie per ottimizzare il nostro sito e la tua esperienza. Continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’uso dei cookie.
Più informazioni Accetta Cookie