Parigi-Roubaix 2024: percorso, favoriti e possibili sorprese

Scritto da: Barbara Bracci Aggiornato il: 05/04/2024
Ciclismo

Dopo la Milano-Sanremo del 16 marzo e dopo il Giro delle Fiandre del 31 marzo arriva il terzo atteso appuntamento delle Classiche Monumento, la Parigi-Roubaix, che si correrà domenica lungo un tracciato di quasi 260 kilometri, 259.9, per la precisione.

Un pavé da record di 55,7 km, che include quest’anno i “riabiliitati” Viesly-Briastre e Capelle-Ruesnes, e 29 settori di ciottolato, da Compiégne fino al Velodromo di Roubaix, completano un tracciato ostico nel suo complesso, e dunque per questo particolarmente avvincente per pubblico e corridori.

Da Van der Pole a van Baarle: i campioni in gara

La scorsa edizione della Parigi-Roubaix aveva visto trionfare Mathieu Van der Pole, il 29enne olandese che ha conquistato anche la vittoria nel Giro delle Fiandre nel giorno di Pasqua.

A sfidare il campione del momento ci saranno però avversari degni di tutto rispetto, dal team Lidl-Trek capeggiato dal 28enne danese Mads Pedersen e Jonathan Milan, al collega di squadra di Van der Pole, Jasper Philipsen, 26 enne belga.

A completare il quadro delle squadre più competitive troviamo il team Visma Lease a Bike, forte della vittoria nel 2022 della sua punta di diamante Dylan van Baarle, ma in gara anche con Matteo Jorgenson e Cristophe Laporte.

Dopo il brutto recente infortunio in quel delle Fiandre mancherà invece all’appello il belga Wout Van Aert, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo 2020 e fermo per qualche tempo, almeno nella speranza di un recupero a breve termine, per correre almeno il prossimo Giro d’Italia.

Il percorso completo della Parigi-Roubaix

L’appuntamento francese dell’UCI World Tour 2024 è alla sua 121esima edizione per quanto riguarda la corsa maschile, che si snoda lungo un percorso che toccherà anche la foresta di Arenberg e il pavé di Mons-en-Pévèle, oltre al Carrefour de l’Arbre.

Tutti i settori alla volta del velodromo

La corsa femminile: il percorso

La Parigi-Roubaix ha anche, da 4 anni, un’edizione al femminile, che quest’anno si svolgerà sabato e che nella scorsa edizione ha visto trionfare Alison Jackson.

Il percorso varia rispetto a quello degli uomini, visto che mancano tappe di rilievo come la Foresta di Arenberg.  Il tracciato “in rosa”, nel suo complesso, è comunque simile a quello della gara del 2023, con partenza da Denain e arrivo a Roubaix.

I chilometri di pavè per le donne sono 29,2, mentre il percorso totale ha una lunghezza di 148,5 km, divisi in 17 settori.

Ciclismo

I favoriti per la vittoria: doppietta per Van der Poel?

Mentre tutti aspettano di seguire la Parigi-Roubaix, gli occhi della stampa e dei tifosi restano puntati su Van der Poel, peraltro il grande favorito dai bookmaker ADM che offrono scommesse sul ciclismo.

Le quote principali in suo favore sono allineate su una media che si situa tra i 2.30 e i 2.50, anche se alle spalle del campione svettano altri nomi, come quello dell’già vincitore della Milano-Sanremo Jasper Philipsen e quello di Mads Pedersen, comunque fermo a quota 7.00/7.50. Altro nomi caldi nei principali pronostici delle scommesse sul ciclismo sono Rex, Degenkolb e Ganna, anche se per ora l’olandese sembra non avere rivali da temere, salvo sorprese, che comunque non mancano mai in ogni sport.

In caso di doppia vittoria consecutiva, Van der Poel sarebbe il settimo campione in assoluto a riuscire in questa impresa: nel 1992-1993 l’ultimo a realizzare la doppietta è stato il francese Duclos-Lassalle.

Parigi-Roubaix: anche l'Italia tra i record della storia

Quali sono, nella lunga storia di questa celebre competizione, i record stabiliti dai vari paesi in gara?

Il Belgio troneggia in questa classifica, con 57 vittorie. Il secondo gradino del podio va alla Francia, con 28 corse vinte, seguita dall’Italia, a quota 14 traguardi. 

Bene anche per le gare femminili: dopo la vittoria per distacco di Elisa Longo Borghini nel 2022, e dopo il suo terzo posto nel 2021, lo scorso anno Katia Ragusa ha conquistato la medaglia d’argento. In tutte e tre le edizioni della gara femminile finora disputate l’Italia si è posizionata sul podio, ed è l’unico paese che ha realizzato questo traguardo.

Dove vedere la Parigi-Roubaix in tv e in streaming

La gara sarà trasmessa in tv in chiaro sui canali Rai e, per chi possiede un abbonamento, si potrà seguire anche su Eurosport.

La corsa sarà visibile anche in streaming su RaiPlay mentre, per i titolari di un abbonamento, sarà trasmessa anche da Discovery+, NOW, SkyGo e DAZN.

Prima di andare...
Ecco tre delle migliori offerte a confronto.
Utilizziamo cookie per ottimizzare il nostro sito e la tua esperienza. Continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’uso dei cookie.
Più informazioni Accetta Cookie